martedì 28 maggio 2013

Fiori di Robinia in pastella



Scoprire ciò che offre la natura per me è quasi magico.

Ho trascorso il ponte del 25 Aprile nel B&B dei miei suoceri a Noto. Mio suocero ha un’ amore idilliaco con la natura, e tutto ciò che lo circonda, e quando lo vidi spuntare con un mazzetto di fiori bianchi, raccolti dall’albero, dicendomi prepara una pastella che li mangiamo, lo guardai meravigliata. Mi ha spiegato che si chiamavano  fiori di Robinia

La specie è originaria dell' America Del Nord. Fu importata in Europa nel 1601da Jean Robin, da cui prende il nome, farmacista e botanico del re di Francia Enrico IV.

I fiori di robinia si raccolgono in tarda primavera soprattutto nei boschi misti, lungo i corsi d’acqua e

sulle pendici montane.

Sono buonissimi.


Ingredienti:
  • alcuni fiori di robinia (6 o 7 a persona)
  • farina di semola
  • acqua frizzante
  • 1 uovo
  • Sale
  • Olio di arachidi per friggere
  


Lavate bene i fiori e metteteli a scolare su di un canovaccio, evitate di asciugarli perché sono molto delicati.

Preparate una pastella con acqua frizzante ghiacciata, farina di semola, un uovo ed un pizzico di sale.

Passate i fiori nella pastella e friggeteli per alcuni minuti in olio bollente. Adagiateli su un un foglio di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso e servite subito.
                                                   




  Questo è un antipasto floreale per il tuo party!